30 Settembre 2022

TORNEO RAVANO DI GENOVA, “RIGORE È QUANDO ARBITRO FISCHIA”

21-05-2022 10:24 - Stagione Sportiva 2021-2022
È stata sicuramente una grande occasione per l’AIA portare il mondo dell'arbitraggio all’interno della manifestazione scolastica giovanile più grande d’Europa, in cui vengono fatte provare ai bambini e alle bambine tantissime discipline sportive. Infatti, per tutta la durata della manifestazione, l’Associazione Italiana Arbitri, grazie al lavoro della Sezione di Genova, si è occupata di allestire una postazione in cui sono stati proposti vari giochi e varie attività per far conoscere ai bimbi questo sport.

All’evento hanno partecipato anche gli arbitri della Commissione Nazionale di Serie A e B Davide Ghersini e Matteo Marcenaro, oltre all’assistente della CAN Davide Imperiale, che hanno fatto svolgere ai bambini varie attività per far conoscere l’affascinante figura dell’arbitro e come questa diriga una gara di Serie A. Entusiasta anche Ludovica Mantovani, Presidente della Divisione Calcio Femminile della FIGC e organizzatrice della manifestazione, che ha fatto i complimenti all’AIA per la grande occasione di crescita che ha fornito ai giovani sportivi.

“Ringrazio Ludovica Mantovani, la FIGC, l’AIA e tutti i ragazzi della mia Sezione che hanno lavorato in questi giorni. È stata un’occasione fantastica per poter far conoscere ai più giovani il nostro sport. Quando diventeranno più grandi, ricordandosi dell’esperienza di questi giorni, forse decideranno di far parte della nostra squadra”, ha commentato il Presidente della Sezione di Genova Roberto Romeo.

Il Componente del Comitato Nazionale Katia Senesi: “Un grande grazie a Ludovica Mantovani per il coinvolgimento, alla FIGC e alla Sezione AIA di Genova per il supporto. I bambini ci conoscono per essere quelli che usano i cartellini, quelli che se fischiano bisogna fermarsi. Ebbene, per un’intera settimana sono stati proprio i bambini a mettersi nei panni dell’arbitro, a capire quando bisogna fischiare e quando è giusto ammonire. Si sono divertiti in un gioco di ruoli che magari un domani li potrà vedere protagonisti con la consapevolezza che arbitrare significa davvero tante cose e queste cose i bambini le hanno lasciate scritte sul pannello del nostro stand che noi leggeremo”.


Fonte: www.aia-figc.it - Lorenzo Pettirossi

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie